Site Overlay

Tre forze si uniscono per tentare il raddoppio

I candidati al Municipio.
Da sinistra: Nadir Sutter, Massimiliano Robbiani, Daniele Caverzasio, Simona Rossini, Benjiamin Albertalli, Roberto Pellegrini, Pierluigi Pasi

Corriere del Ticino, 25.1.2019

๐˜”๐˜Œ๐˜•๐˜‹๐˜™๐˜๐˜š๐˜๐˜– / ๐˜“๐˜ฆ๐˜จ๐˜ข, ๐˜œ๐˜‹๐˜Š ๐˜ฆ ๐˜œ๐˜‹๐˜ ๐˜ท๐˜ฐ๐˜จ๐˜ญ๐˜ช๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ฐ ๐˜ค๐˜ณ๐˜ฆ๐˜ด๐˜ค๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ฆ ๐˜ฆ ๐˜ด๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ฐ ๐˜ค๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ต๐˜ฆ ๐˜ฅ๐˜ช ๐˜ข๐˜ท๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ฆ ๐˜ช ๐˜ฏ๐˜ถ๐˜ฎ๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ช ๐˜ฑ๐˜ฆ๐˜ณ ๐˜ง๐˜ข๐˜ณ๐˜ญ๐˜ฐ ๐˜–๐˜ญ๐˜ต๐˜ณ๐˜ฆ ๐˜ข ๐˜‹๐˜ข๐˜ฏ๐˜ช๐˜ฆ๐˜ญ๐˜ฆ ๐˜Š๐˜ข๐˜ท๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ป๐˜ข๐˜ด๐˜ช๐˜ฐ, ๐˜ช๐˜ฏ ๐˜ญ๐˜ช๐˜ด๐˜ต๐˜ข ๐˜ค๐˜ช ๐˜ด๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ฐ ๐˜”๐˜ข๐˜ด๐˜ด๐˜ช๐˜ฎ๐˜ช๐˜ญ๐˜ช๐˜ข๐˜ฏ๐˜ฐ ๐˜™๐˜ฐ๐˜ฃ๐˜ฃ๐˜ช๐˜ข๐˜ฏ๐˜ช, ๐˜‰๐˜ฆ๐˜ฏ๐˜ซ๐˜ช๐˜ข๐˜ฎ๐˜ช๐˜ฏ ๐˜ˆ๐˜ญ๐˜ฃ๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ต๐˜ข๐˜ญ๐˜ญ๐˜ช, ๐˜š๐˜ช๐˜ฎ๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ข ๐˜™๐˜ฐ๐˜ด๐˜ด๐˜ช๐˜ฏ๐˜ช, ๐˜•๐˜ข๐˜ฅ๐˜ช๐˜ณ ๐˜š๐˜ถ๐˜ต๐˜ต๐˜ฆ๐˜ณ, ๐˜™๐˜ฐ๐˜ฃ๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ต๐˜ฐ ๐˜—๐˜ฆ๐˜ญ๐˜ญ๐˜ฆ๐˜จ๐˜ณ๐˜ช๐˜ฏ๐˜ช ๐˜ฆ ๐˜ญโ€™๐˜ฆ๐˜น ๐˜ฑ๐˜ณ๐˜ฐ๐˜ค๐˜ถ๐˜ณ๐˜ข๐˜ต๐˜ฐ๐˜ณ๐˜ฆ ๐˜ง๐˜ฆ๐˜ฅ๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ข๐˜ญ๐˜ฆ ๐˜—๐˜ช๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ญ๐˜ถ๐˜ช๐˜จ๐˜ช ๐˜—๐˜ข๐˜ด๐˜ช

John Robbiani

Il 5 aprile ricordatevi di comprare i popcorn, perchรฉ alle elezioni – anche e forse soprattutto a Mendrisio – potrebbe davvero succedere di tutto. Ieri la Lega ha scoperto le carte e presentato – alla presenza del consigliere agli Stati Marco Chiesa – la sua lista, che conferma lโ€™ormai tradizionale alleanza con lโ€™UDC e, da questโ€™anno, anche con lโ€™UDF (lโ€™Unione democratica federale). Una lista che punta al raddoppio in Municipio e che si rivela essere piuttosto di peso. Oltre allโ€™uscente Daniele Caverzasio in corsa ci sono anche il capogruppo (ed ex municipale) Massimiliano Robbiani, i consiglieri comunali Benjiamin Albertalli e Simona Rossini, il consigliere comunale UDC Nadir Sutter e Roberto Pellegrini dellโ€™UDF. E in lista – sponda UDC – cโ€™รจ anche Pierluigi Pasi, lโ€™ex procuratore fedale capo giร  in lista in novembre per il Consiglio nazionale. Per Pasi รจ un ritorno alla politica comunale visto che – tra il 1992 e il 1998 – era stato eletto nel Legislativo con il PPD. ยซA Mendrisio puรฒ davvero succedere di tutto – ha confermato Caverzasio – e la Lega ha i numeri per sperare in un raddoppioยป. Ma vediamoli questi numeri. Nel 2016 Lega e UDC avevano ottenuto il 17,6% delle schede (in una tornata che aveva visto lโ€™elezione di Caverzasio in Municipio al posto di Robbiani). Dietro al PLR (23,6%) e al PPD (27,2%). ยซMa in questi quattro anni – รจ stato ricordato – a Mendrisio ci sono stati parecchi stravolgimenti. Si รจ partiti con un sindaco PPD (Carlo Croci, ndr.) e a metร  legislatura ci si รจ trovati con un sindaco PLR (Samuele Cavadini, ndr.)ยป. ยซAbbiamo la possibilitร  di raddoppiare – ha ribadito Robbiani – visti i numeri, la forza della lista ma anche in considerazione della debolezza degli altri partitiยป. Il capogruppo leghista (che ha espresso il desiderio di tornare in Municipio) ha poi lanciato una stoccata al sindaco Cavadini. ยซA Mendrisio cโ€™รจ bisogno di un cambiamento. Il Municipio รจ un poโ€™ debole e Cavadini, anche se lo rispetto, non รจ un leader forte come invece avremmo bisognoยป.

๐™Ž๐™ž๐™ฃ๐™™๐™–๐™˜๐™ค? ยซ๐˜พ๐™–๐™ก๐™ข๐™– ๐™š ๐™œ๐™š๐™จ๐™จ๐™คยป

Dalle parole di Robbiani si puรฒ dunque dedurre la volontร  dei partiti di destra di puntare anche al ruolo di sindaco? A Chiasso (vedasi il CdT di ieri) Roberta Pantani lo ha detto espressamente. A Mendrisio invece si รจ solamente accennato al tema. ยซCalma e gessoยป, ci ha risposto Caverzasio. ยซUn passo alla volta. Il 5 aprile, risultati alla mano, vedremo come procedereยป.

๐™„๐™ข๐™ฅ๐™ค๐™จ๐™จ๐™ž๐™—๐™ž๐™ก๐™š ๐™›๐™–๐™ง๐™š ๐™ฅ๐™ง๐™ค๐™ฃ๐™ค๐™จ๐™ฉ๐™ž๐™˜๐™ž

E, appunto, non sarร  facile capire cosa accadrร . Detto del 17,6% ottenuto nel 2016, alle elezioni cantonali dellโ€™anno scorso Lega e UDC sono saliti al 20,83%, superando il PPD (19,9%) e avvicinandosi al PLR (22,8%). In novembre invece, per le Federali, i due partiti assieme – i dati sono quelli dellโ€™elezione del Nazionale – hanno ottenuto il 22,1% dei voti, tallonando da vicino il PPD (22,8%) e lasciandosi alle spalle il PLR (19.53%) e Verdi e sinistra (18.73%). Risultati di novembre che – pur sottostando a logiche molto diverse rispetto a quelle comunali – dimostrano un elettorato che a Mendrisio รจ diviso in quattro tronconi che quasi si equivalgono.

๐™Ž๐™š๐™™๐™ž๐™˜๐™ž ๐™˜๐™–๐™ฃ๐™™๐™ž๐™™๐™–๐™ฉ๐™ž ๐™–๐™ก ๐™‡๐™š๐™œ๐™ž๐™จ๐™ก๐™–๐™ฉ๐™ž๐™ซ๐™ค

Sono sedici invece i candidati al Consiglio comunale. Un poโ€™ pochi, rileviamo, in un Comune di 15.000 abitanti e per delle forze che, come detto, raggiungono almeno un quinto dellโ€™elettorato. ยซรˆ effettivamente un problemaยป, conferma Caverzasio. ยซLo รจ un poโ€™ per tutti i partiti ma, credo, in particolare per noi. A Mendrisio forse piรน che altrove i partiti storici e le tradizioni familiari giocano ancora un ruolo in questo senso. Magari ci si dice apertamente PPD o PLR ma, nel segreto dellโ€™urna, si vota Lega e UDC. E poi cโ€™รจ anche un certo distacco dalla politicaยป. ยซForse i candidati sono pochi – ha commentato Albertalli – ma di sicuro possiamo dire che sono buoniยป.

Copyright © 2020 Roberto Pellegrini. All Rights Reserved. | Intuitive by Catch Themes